ACP Face

 

Le nuove sonde ACP dedicate alla cura del volto, in base al tipo di trattamento, possono essere utilizzate per curare un’ampia gamma di disfunzioni e patologie della pelle del viso. Nel periodo giovanile, si possono ridurre le manifestazioni di acne e foruncolosi, ma anche di vari tipi di dermatosi, come la dermatite seborroica. Durante il periodo della maturità e della senescenza, vi sono trattamenti efficaci per contenere lo sviluppo di molte alterazioni della pelle del viso che compaiono durante l’invecchiamento, anche dovute ad un’ eccessiva esposizione a raggi solari (foto-invecchiamento). Le così dette macchie della pelle, la cheratosi attinica, e numerose condizioni più aggressive, come gli epiteliomi (tumori), possono essere contrastati con questi trattamenti. Applicazioni al viso con sonda ACP Face, sono anche molto indicati per contrastare la formazione di rughe di espressione, dovute alla perdita di strutture fibroelastiche connettivali dei tessuti del volto.

A questo scopo esistono 4 tipi di protocolli di trattamento con Sonde ACP F dedicate:

  • Ottimizzazione Tissutale Base (TO-B), indicata per tutte le fasi infiammatorie acute come i foruncoli, acne, herpes, ferite, traumi etc.
  • Ottimizzazione Tissutale Circolatoria (CO), adatta a favorire il drenaggio della matrice extracellulare (spazio interstiziale), attiva un potente effetto risolutivo su qualsiasi manifestazione di edema/gonfiore. Trattamento fondamentale per incrementare l’ossigenazione dei tessuti, in quanto aumenta grandemente l’apporto di sangue, per ampliamento del letto micro-vascolare.
  • Ottimizzazione Tissutale Metabolica (MO), adatta a curare tutte le forme di sofferenza di organi o apparati dovute ad alterazioni dello stato elettro-metabolico cellulare, il cui corretto funzionamento è alla base della salute cellulare e dei tessuti.
  • Ottimizzazione Tissutale Riparativa (RPR), in grado di orientare i processi bio-riparativi extra ed intracellulare di tutte le strutture danneggiate e di frenare la tendenza degenerativa che i tessuti subiscono durante le molteplici fasi fisiopatologiche dell’invecchiamento.